This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK

IL FUTURO DELLE CRIPTOVALUTE PARLA ITALIANO SILVIO MICALI, DALLA SICILIA AL MIT DI BOSTON «CON LA BLOCKCHAIN SCALABILE E DECENTRALIZZATA TRANSAZIONI PIÙ SICURE E DEMOCRATICHE»

Date:

11/30/2021


IL FUTURO DELLE CRIPTOVALUTE PARLA ITALIANO SILVIO MICALI, DALLA SICILIA AL MIT DI BOSTON «CON LA BLOCKCHAIN SCALABILE E DECENTRALIZZATA TRANSAZIONI PIÙ SICURE E DEMOCRATICHE»

All’informatico italiano il Lifetime Achievement Award di ISSNAF

IL FUTURO DELLE CRIPTOVALUTE PARLA ITALIANO SILVIO MICALI, DALLA SICILIA AL MIT DI BOSTON «CON LA BLOCKCHAIN SCALABILE E DECENTRALIZZATA TRANSAZIONI PIÙ SICURE E DEMOCRATICHE»

Washington DC, 25 novembre 2021 – «Il mio legame con l’Italia continua ad essere fortissimo, sono orgoglioso dell’educazione scientifica ricevuta nel mio Paese: la cultura italiana mi ha aiutato a non essere settoriale, ad avere ampiezza di vedute, a dare valore al dialogo. Strumenti fondamentali per elaborare nuovi campi di attività». Se le criptovalute, la blockchain e le transazioni finanziarie andranno verso un futuro più sostenibile, decentralizzato e scalabile, e quindi più democratico, lo si dovrà ad un informatico e matematico italiano che, partito dalla Sicilia e approdato al MIT di Boston, è riconosciuto oggi come uno dei massimi esperti mondiali di crittografia e blockchain.

Silvio Micali, per il suo lavoro pionieristico e i grandi traguardi raggiunti negli USA e nel mondo, è il vincitore del Lifetime Achievement Award assegnato da ISSNAF, la fondazione che riunisce migliaia di scienziati e accademici italiani attivi in laboratori, università e centri di ricerca in Nord America. Il premio sarà consegnato nel corso dell’Annual Event della Fondazione che si terrà in modalità digitale il 9 dicembre 2021 (qui il link per registrarsi), in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Washington e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Nato a Palermo nel 1954 Micali trascorre gran parte della sua infanzia ad Agrigento. «Al tempo la provincia più povera d’Italia» spiega lo scienziato. «Ma in cui si potevano ammirare le opere di una cultura millenaria, che persone da tutto il mondo venivano a visitare. Un’eredità che ti apriva la mente». Dopo essersi laureato in Matematica alla Sapienza di Roma, come allievo del celebre matematico Corrado Böhm, e aver conseguito nel 1983 un PhD in Informatica all’Università di Berkeley, Micali si è specializzato in crittografia e sicurezza informatica e attualmente insegna presso il Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory del MIT di Boston. Nel 2012 è stato insignito, unico italiano (assieme alla collega Shafi Goldwasser), del prestigioso Premio Turing, considerato il premio Nobel dell’Informatica, per il suo lavoro pioneristico nei campi della crittografia e della teoria della complessità.

È per merito suo se la crittografia ha fatto enormi passi in avanti negli ultimi 30 anni. Ma presto decide di occuparsi di una delle tecnologie più innovative del XXI° Secolo: la Blockchain, alla base dell’emissione di criptovalute. Per questo apprezza l’idea geniale di bitcoin ma la considera incompleta e da perfezionare: «La tecnologia proof of work con cui bitcoin genera la catena di blocchi non solo spreca troppa energia ma ha dato vita a un nuovo potere centralizzato, una elite che decide tutto».

Proprio con l’obiettivo di superare queste criticità nel 2017 Silvio Micali fonda Algorand, una piattaforma digitale di pagamenti e valuta digitale scalabile, sicura e decentralizzata. Il suo scopo è ridimensionare la blockchain attraverso un meccanismo di consenso più rapido ed efficiente di quello attuale ma, soprattutto, meno costoso.

«Se un gruppo di persone decide quali transazioni devono restare alla luce del sole e quali no potrebbero decidere anche di escludere dall’economia chiunque vogliano – spiega lo scienziato - Noi siamo l’unica blockchain veramente decentralizzata, in questo modo permettiamo a milioni, e potenzialmente miliardi, di persone di partecipare alla scrittura dei prossimi blocchi».

Algorand mira a diventare nel prossimo futuro la piattaforma di riferimento per l’industria finanziaria globale. Ma le nuove sfide per Silvio Micali non si esauriranno qui: «Il grande tema della blockchain continuerà ad occuparmi per diverso tempo. Ma sono solito viaggiare a cicli di 5 anni, conclusi i quali cambio ambito e mi occupo di altro. Non so ancora quali saranno le prossime sfide, se lo sapessi sarebbe meno divertente».

Maggiori informazioni su www.issnaf.org

Contatti per i colleghi della stampa:

Blum. Business as a medium

Andrea Fasulo

andrea.fasulo@blum.vision 

+39.320.4124382


532